L’ abbandonata

(Io)
Per troppo tempo ho trascurato
Chi sotto al mio letto mi ha aspettato
Lei grida “Vivimi un po’ di più”

Sotto un lenzuolo di polvere bianca
Ho chiuso lei nella mia stanza
E ora grida “Adesso tocca a me”!

“Da troppo tempo non mi accarezzi
Da troppo tempo non mi schiaffeggi
Ho capito!Ti sei dimenticato di me!”

“è giunta l’ora di massaggiare
Quest’ebano a cui hai fatto male
E ti dico, pensami un po’ di più”
(Io)
Ti darò tutta la mia euforia
tu che hai bisogno di energia
hai bisogno di appoggiarti al mio stomaco

Ti darò i miei occhi chiusi
Tu che desideri i miei abusi
Che sussurri “Stringimi un po’ di più”

Scusami cara l’amore ti darò
La luce è mancata con lei tornerò x2

“Delle tue menzogne sono stanca
Preferisci la megera con più pancia
avanti prova a negarmelo”

“Lei la porti dove ti pare
e coi tuoi amici la fai divertire
ed io qui a pensare a te”

Prova a capire con lei son nato
io non dimentico il passato
e tranquilla non dimentico neanche te

In locali, teatri, piazze, campi sportivi
non vedo l’ora che il tuo turno arrivi
e allora vibra e sfogati come vuoi

Voglio vedere quanto dovrò aspettare
È la tua parola non la rimangiare
Sarò pronta a farti goder

Sono tuoi i miei capelli di bronzo e argento
Solo tue le mie sode curve di legno
E mio sarai tu!

Non mi mentire male ci resterò
Non mi mentire non ci dormirò
Non mi mentire così non ci sto
Non mi mentire ti maledirò